Lo status della donna nell’islam

Lo status della donna musulmana nell’Islam è molto alto. La grande importanza che l’islam conferisce alla donna dipende  dalla responsabilità che essa dovrà prendersi nei confronti dei figli, della famiglia e della costruzione di una società giusta.

La madre è la prima insegnante di ogni bambino e di ogni bambina ed è quindi direttamente responsabile della formazione della società del futuro: sarà quindi fautrice di una società giusta a condizione che lei segua la guida del Libro di Allah e la Sunnah del Suo Profeta sallAllahu ‘alayhi wa sallam, perchè solo l’adesione al Corano e alla Sunnah distanzia ogni musulmano – maschio o femmina – dallo sviamento [1].

Proprio a causa della grande importanza riservata dall’islam alla donna musulmana, uno dei principali obblighi del musulmano è quello di mostrare gratitudine per la madre [2].

Ma il ruolo della donna nell’islam non è legato esclusivamente alla maternità: una donna può essere educatrice di bambini non suoi, istruttrice delle sue sorelle, compagna e saggia consigliera per il proprio marito e per i propri familiari.

Molte donne, musulmane e non, oggi sono stressate da un nuovo bisogno indotto: immaginano che la propria realizzazione emotiva possa avvenire esclusivamente attraverso la realizzazione di una carriera lavorativa.

L’islam non vieta alla donna di lavorare, sia chiaro [3]. L’islam vieta però alla donna (e all’uomo) di rinunciare alla propria religione pur di realizzarsi professionalmente, mettendo da parte quella che è la priorità del musulmano e cioè l’adorazione di Allah.

Riordinare le priorità della nostra vita è senz’altro un ottimo modo per rivolgere lo sguardo non più ai bisogni indotti che ci sono stati inculcati durante la nostra formazione, ma alla nostra fitra islamica e al motivo per il quale siamo state creati.

L’uomo e la donna sono entrambi stati creati per adorare Allah, per compiere i Suoi ordini e allontanarsi dai Suoi divieti e la vera realizzazione personale non può che avvenire attraverso questi passaggi.

Lo status individuale di ogni donna dipende quindi da quanto essa si impegna per preservare se stessa e la propria religione, raggiungendo in tal modo la felicità in questa vita e nell’altra sia come individuo che come fulcro della propria famiglia e, quindi, della società.

Umm Zuhur
www.alghurabaa-magazine.com

_________________________

[1] Lo status della donna nell’islam – Sh. Ibn Baz
[2] cit.
[3] Il lavoro permesso per la donna musulmana – Sh. Ibn ‘Uthaymin

4 pensieri riguardo “Lo status della donna nell’islam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *