E mi chiese… “Vuoi recitare?”

La Shaikhah mi disse che insegnava in un masjid a Chorfa e mi invito a partecipare alla sua classe. Non sapevo cosa aspettarmi! Sapevo che avrebbe insegnato il tafsir di Surat al-Baqarah ma come funzionano queste cose in Algeria… Allahu ‘alam. Ho frequentato delle classi nei masajid in Inghilterra ma mai in Algeria, lì solo per la preghiera di ‘Eid alhamdulillah.

Ed eccoci qui, 1 mahram per circa 8 donne (ero la piu vecchia, le altre erano le mie care nipoti, tutte al di sotto dei 18 anni ma shaa Allah), sulla strada per il masjid ‘Umar Ibnul Khattab a Chorfa, dove fosse esattamente il masjid non lo sapeva nessuno! E allora ci fermammo a chiedere e controllare ad ogni masjid… Ali Ibn abi Talib… Abu Bakr… ma shaa Allah bellissimi nomi per dei masajid e poi, alhamdulillah, incontrammo finalmente qualcuno che ci disse dove trovare il nostro masjid. Cosi scendemmo dalla macchina ed entrammo.

La classe era gia iniziata, la Shaikhah era lì, ma shaa Allah. Dopo circa 10/15 minuti un’altra ustadhah arrivo e prese il posto della Shaikhah. Era l’insegnante di Corano, era lì per controllare la memorizzazione delle sorelle.
Penso che fossimo circa una quarantina ma shaa Allah, tutte sedute attorno alla ustadhah. Anche la Shaikhah si alzò e andò a sedersi pee prendere parte alla classe e cosi mi diressi e sedetti al suo fianco.  Mi sentivo come una bambina, non so, non sono abituata ad ‘essere’ tra persone con conoscenza [islamica] di un certo livello ma shaa Allah; quindi volevo ottenere il massimo dalla presenza di quella donna fantastica allahumma barik laha!

Una volta seduta afianco a lei, mi spiegò come era organizzata la lezione, mi diede un mushaf e mi chiese “vuoi recitare?”… astaghfirullah avevo tantissima vergogna, piu che altro ero molto timida. Non penso che avrei avuto il ‘fiato’  per recitare. Le dissi che conoscevo hafs… mi sorrise quando le dissi questo.

Così le sorelle iniziarono a recitare ma shaa Allah, bellissimo, una sensazione indescrivibile e fui molto sorpresa nel notare come alcune di loro avevano gli stessi problemi di makharij che ho io! Che Allah accetti i nostri sforzi amin!

Un’altra cosa che mi e’ rimasta impressa nella mente sono i servizi per il wudhu, cioè, astaghfirullah, in Inghilterra ci stressiamo per le donazioni da dare e chiedere per ‘migliorare’ i servizi per il wudhu e invece nel masjid a Chorfa? I servizi per il wudhu non erano ‘servizi’ alhamdulillah, sono una piccola ciotola di plastica da usare per prendere l’acqua da una riserva, e basta, tutto qui! Inoltre c’era anche la lotta con il jilbab… Hai presente quando cerchi di fare wudhu e allo stesso tempo cerchi di mantenere il tuo jilbab cosi che non tocchi il pavimento completamente bagnato? Era una prova di sabr, molto sabr ma quando ci penso…. alhamdulillah, quanta importanza ha? Nessuna sorella si era lamentata! La loro niya era quella di essere li per imparare il Corano, con o senza servizi per il wudhu, alhamdulillah! Che Allah le ricompensi tutte, amin!

http://www.ouralgeria.wordpress.com
Umm Abdullah

Un pensiero riguardo “E mi chiese… “Vuoi recitare?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *