Storia di una sorellina musulmana

Questa è la breve storia di una ragazzina di 13 anni che venne in moschea, chiedendo di convertirsi. Ed è ciò che Allah le concesse, con l’accordo di sua madre. È morta l’8 febbraio, a 16 anni. Che Allah le faccia misericordia!

Un testimone affermò che teneva a fare e sue preghiere sul suo tappeto, con una delle due gambe amputate, quando delle persone in buona salute non la fanno. Teneva a fare le sue abluzioni quando Allah l’autorizzava a fare il Tayammum.

Che Allah accolga questa giovane defunta nel più alto grado del Suo Paradiso, più vasto dei cieli e della terra, e faccia di questa prova un’opportunità di guida per i suoi genitori!

Che Allah guidi i Suoi servi distratti e aumenti la guida di coloro che Egli ha amato! Nessuno sa quando e dove sarà richiamato dal suo Signore, l’Altissimo!

Che Allah la avvolga nella Sua Misericordia, illumini la sua tomba e ne faccia un giardino del paradiso.

Inna liLlah wa inna ilayhi raji’un, apparteniamo ad Allah e a Lui ritorneremo.

Trad. Umm Sumeyya
www.alghurabaa-magazine.com
Unisciti a noi –> Clicca qui!

Fonte: JournalDuMusulman.fr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *