Non c’è hijrah senza niyyah

Alhamdulillah, ho avuto notizie della mia carissima amica e sorella in Islam. Lei e famiglia sono arrivati a destinazione e stanno tutti bene.

Umm Kulthum è una sorella a cui ho imparato a voler bene fillah e che spero di rivedere presto e se non in questa dunya, prego Allah che ci unisca nell’akhirah!
Ha lasciato l’Europa per fare la hijrah che lei e famiglia attendevano da tanto tempo. Ma sappiamo che noi pianifichiamo e pianifichiamo ma alla fine chi decide è sempre Lui: Allah. E in tutte le Sue decisioni c’è sempre il khayr, alhamdulillah. Quindi ha deciso così per lei, che il momento giusto era ora! E bismillah è partita, che Allah accetti la sua hijrah e protegga lei e la sua famiglia! 

L’ho sentita dopo qualche giorno dal suo arrivo lì, tra le montagne del nord Africa ma shaa Allah e alla mia domanda: come stai? Mi ha risposto: alhamdulillah respiriamo piu Islam!
Ma shaa Allah è stato un colpo di felicità al cuore, alhamdulillah! E poi, ovviamente, le ho fatto la tipica domanda: fa caldo??? Mi ha detto che in quei giorni erano stati bene e che anzi, per alcune notti si sono anche dovuti coprire ma che le era stato detto che la settimana precedente erano arrivati a 45 gradi…. eh si, in estate fa davvero caldo li, alhamdulillah.

Al momento è in una casa che non è ancora finita, hanno l’acqua per tre giorni a settimana e un caro vicino ha prestato loro il filo per la corrente elettrica, ma si lamenta? No anzi, traspare una felicità e un senso di pace nelle sue parole che davvero non saprei descrivere ma shaa Allah.

“Mie carissime akhawaat, mi mancate tantissimo! Anche se la vita qui è molto diversa! Per un verso sono molto più impegnata nelle faccende domestiche e cucina, essendo l’approccio alle cose ‘meno semplice’ “.
Leggendo queste righe, ricordo quello che lessi una volta sul blog di una sorella che aveva fatto hijrah: “In terra di Islam la duniya è più difficile ma praticare il nostro din è facile alhamdulillah”. Niente di più vero subhanaAllah. In terre non islamiche il din è difficile da praticare ma la dunya è mooooolto più semplice.

Ho poi chiesto ad Umm Kulthum cosa ha portato con sé, dal punto di vista materiale, per uso quotidiano….
“Premetto che sono una persona che ama programmare e avere le sue cose sempre con se. In breve quella che quando viaggia si porta la casa dietro! Ma con gli anni e le vacanze che abbiamo trascorso qui, ho imparato a limitarmi, e molto alhamdulillah. Penso che il vantaggio che ne deriva è subhanallah il riscoprire la semplicità delle cose. Per esempio ho imparato che nel villaggio se ti manca un utensile dai un’occhiata al giardino e vedrai che ti esce qualcosa di meglio per sostituirlo. Riscopri l’uso dell’adattamento che in “Europa” è scomparso da molto tempo. Sono gli altri che decidono per te che ti dicono cosa usare o non usare.
Un’altra cosa incredibile è la varietà limitata di saponi e detersivi. Potrei menzionare solo 3. Un sapone per mani e corpo, un detersivo per piatti e biancheria e una candeggina per disinfettare. That’s it!
E così impari a limitarti in tutto: abbigliamento, scarpe, accessori e via dicendo. E poi a dirla tutta questo paese è cambiato molto! Beh non sono mai andata molto a fare shopping e vedere quello che c’era negli scaffali, ma mi è sempre stato detto che c’è tutto qui e da quel poco che ho visto finora puoi fare hijrah anche solo con il Corano e la tua nya. Quella si, non la dimenticare!”

E quando penso alla hijrah, ricordo sempre, proprio come se fosse un reminder, quello che un’altra carissima sorella disse: “Preparati perché quando farai hijrah Allah metterà alla prova il tuo ikhlas. Non sarà facile, specie all’inizio, perché dovrai affrontare molte prove”. E da qui porto nel cuore il primo hadith an-Nawawi:
إِنَّمَا الْأَعْمَالُ بِالنِّيَّةِ وَإِنَّمَا لِامْرِئٍ مَا نَوَى فَمَنْ كَانَتْ هِجْرَتُهُ إِلَى اللَّهِ وَرَسُولِهِ فَهِجْرَتُهُ إِلَى اللَّهِ وَرَسُولِهِ وَمَنْ كَانَتْ هِجْرَتُهُ لِدُنْيَا يُصِيبُهَا أَوْ امْرَأَةٍ يَتَزَوَّجُهَا فَهِجْرَتُهُ إِلَى مَا هَاجَرَ إِلَيْهِ
‘In verita le azioni sono in base alle intenzioni ed ogni uomo otterrà in base al suo intento. Chi emigra per Allah ed il Suo Messaggero, sappi che la sua emigrazione varrà come fatta per Allah ed il Suo Messaggero; e chi emigra per benefici terreni o per sposare una donna, sappi che la sua emigrazione varrà per ciò che ha inteso con essa’ [Bukhari e Muslim].

Um Muhammad Al-Mahdi
www.alghurabaa-magazine.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *