L’islam, perché? Storia di una conversione

Sumiyah, 11 anni, analizza il perché del fatto che sempre più donne si siano convertite all’Islam intervistando una donna che ha abbracciato questa stupenda religione per fornirci una sua migliore conoscenza.

1. Come ti sei sentita quando sei diventata musulmana?
Ho capito di aver finalmente trovato il senso della vita, come se i pezzi di un puzzle di colpo tornassero al loro posto dopo anni di confusione.

2. Come hai conosciuto l’Islam?
Mio cugino, per primo, ha letto cose sull’Islam e me ne ha parlato. Siamo diventati musulmani nello stesso giorno.

3. Come ti sei sentita quando hai cominciato a mettere il velo?
Mi sono sentita libera e felice perché stavo obbedendo al mio Signore.

4. Hai valutato cosa la gente avrebbe potuto pensare di te quando hai abbracciato l’Islam, tua madre, tuo padre, i tuoi amici e parenti?
All’inizio ho pensato che avrei solo dovuto parlare alla mia famiglia e ai miei amici dell’Islam, che avrebbero riconosciuto la verità e che si sarebbero sentiti come mi sentivo io. Quando ho realizzato che non era questo il caso, mi sono sentita triste perché sapevo che l’Islam era la cosa migliore per loro, però ho continuato a mantenere buoni rapporti con la mia famiglia come ci dice la religione.

5. E’ stato un cambiamento duro, ad esempio, pregare e digiunare?
No, è stato molto più facile di quanto pensassi, AlhamduliLlah.

6. Eri desiderosa di imparare a pregare, digiunare e cose del genere oppure eri un poco nervosa?
Ero nervosa all’inizio, ma quando ho iniziato a praticare è diventato tutto più piacevole.

7. Ti sei sentita imbarazzata quando hai informato le persone del fatto che eri diventata musulmana, oppure quando sei uscita?
No, non mi ricordo sensazioni di imbarazzo riguardo al fatto di essere diventata musulmana. Al contrario, ero orgogliosa perché sono una donna occidentale che è stata guidata. Spero che la gente che mi vede si incuriosisca riguardo all’Islam e (spero) che anche loro possano vedere che l’Islam è per tutti e non solo per le persone che sono nate nella religione.

8. Come ti sei abituata alla tua nuova vita?
Ricordo che all’inizio mi era sembrato difficile rinunciare a certe cose, ma quando ho rinunciato ho capito che non avevano significato per me. La vita senza di esse era molto meglio.

9. Ti è piaciuto conoscere nuovi amici musulmani?
Sì. Era così bello parlare con le persone che hanno amato Allah e il Suo Messaggero. La sorellanza nell’islam è qualcosa di molto speciale, qualcosa che non avevo mai sperimentato prima di diventare musulmana.

10. Come l’Islam ha cambiato la tua vita?
E’ la cosa migliore che mi sia mai successa. E mi ha portato dalle tenebre alla luce. Da una vita senza uno scopo alla vita con uno scopo. Da una vita in cui non conoscevo il mio Signore, da una vita di confusione a una vita di orientamento.
_____________

Concludendo questa intervista Sumiyah ha riflettuto su ciò che aveva detto la sorella nell’intervista, su ciò che aveva imparato in classe e sul perché le donne si stavano trasformando per l’Islam.

Ho visto che in molti luoghi le donne non sono rispettate quanto lo sono nell’Islam. L’Islam onora la donna. L’Islam crea giustizia tra marito e moglie e ci insegna come essere e come trattarci l’un l’altro. L’Islam insegna ai bambini come trattare la propria madre. Le donne hanno molti diritti nell’Islam, e ci sono diversi ahadith che ben ritraggono ciò.

Abu Hurayra disse: “Un uomo andò dal Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) e gli chiese: “Chi è la persona con la quale dovrei comportarmi nel migliore dei modi?” Il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) rispose: “Tua madre”. L’uomo chiese ancora: “E poi chi?” Il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) ripose: “Tua madre”. L’uomo chiese nuovamente: “E poi chi?” Il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) rispose: “Tua madre”. L’uomo infine chiese: “E poi chi?” Il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) rispose: “Tuo padre”. (Sahih al-Bukhari)

Fonte: TarbiyaForGirls.com

Intervista di Sumiyah B., 11 anni
tradotto da www.AlGhurabaa-Magazine.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *