Storia di una studentessa orgogliosa

Una volta una sorella mi ha chiamato per raccontarmi la sua storia. Studiava scienze islamiche e aveva raggiunto un buonissimo livello a tal punto che mi disse lei stessa che non c’era seduta di scienza alla quale partecipasse senza che conoscesse la risposta a ciascuna delle domande che venivano poste.

E con il tempo iniziò a volersi mostrare, a mostrare la sua scienza alle altre sorelle, poi durante le sedute iniziò a dire che solo lei doveva rispondere alle domande poiché era la più sapiente tra le presenti, diceva alle altre sorelle di star zitte e di ascoltare solo lei.
Disse che questa situazione rimase tale fino al giorno in cui Allah fece sì che tutte le sue conoscenze si cancellassero dalla sua memoria, e ciò in una sola notte.
Disse lei stessa di essersi svegliata senza avere più nessuna conoscenza nella religione, non si ricordava più i versetti e gli ahaadith che aveva imparato, nè di tutta questa scienza accumulata. Sapeva che questa era una punizione di Allah per il suo comportamento…

Quindi bisogna fare molta attenzione ad essere sinceri nell’apprendimento della scienza, a dedicare questa cosa ad Allah solo, e a non gonfiarsi d’orgoglio per aver acquisito un po’ di scienza e di conoscenza.
Come disse shaykh al-Albaani rahimahullah: “Più imparo più mi rendo conto della mia ignoranza“.
Sheikh Tchalabi
Sharh As-Sawarif  ‘an al Haqq di sheikh Hamad Al ‘Uthman – Martedì 12 gennaio 2016

Tradotto da www.alghurabaa-magazine.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *