I Salaf e l’educazione dei bambini

Condividiamo alcuni tra i punti più importanti di una lezione del fratello Abu Khadijah Abdul-Wahid di Birmingham. Per chi volesse avere informazioni sul fratello e sapere con chi ha studiato e chi lo raccomanda, è disponibile l’audio in inglese QUI

_______________________

Sulla questione della crescita dei bambini, Ali ibn Ali Talib (radhiAllahu ‘anhu) ha detto:

“Giocate con loro per i primi 7 anni [di vita]; poi insegnate loro per i prossimi 7 anni; poi date loro consiglio per i prossimi 7 anni [e in seguito]”.

I primi 7 anni – Giocate con loro

Durante i primi 7 anni, il vostro obiettivo è quello di instaurare un forte legame con il vostro bambino. Questo è il fondamento, la base sulla quale crescerà il vostro rapporto con loro. Se questa base è solida, gli anni successivi saranno molto più facili. Se questo fondamento si forma male, gli anni successivi saranno più difficili.

Se avete bambini piccoli, questo (i primi 7 anni) è il periodo in cui rimboccarsi le maniche e investire enormemente nel vostro e il loro futuro. Infatti, sarete ricompensati per tutta la discendenza giusta che verrà dopo di voi, fino al Giorno del Giudizio. Giocate con i vostri bambini, insegnate loro l’Islam, insegnate loro ad avere i modi migliori, ma fate sì che l’apprendimento sia facile e non siate duri con loro.

7 – 14 anni – gli anni dell’insegnamento

Una volta che i bambini raggiungono i 7 anni, essi sono pronti per imparare. Questo è il periodo in cui sono come spugne, pronti ad assorbire qualsiasi cosa diciate, insegniate, mostriate e facciate di fronte a loro. Se avete costruito quella solida base durante i 0-7 anni, adesso sono più che disposti e felici di imparare da voi.

Questo è il periodo per insegnar loro tutto – ‘aqidah, halal e haram, fiqh, tutte le cose che hanno bisogno di sapere per sopravvivere durante la loro vita. Anche il Corano e la Sirah sono molto importanti; come detto ha detto un tabi’in importante, “imparavamo la sirah (frequentemente e nei dettagli) dai nostri genitori nello stesso modo in cui imparavamo il Corano”.

Dite ai vostri bambini di studiare prima il din (la religione) e poi possono fare i loro compiti perché il din ha la priorità. Leggete e memorizzate il din ogni giorno.

Noi dovremmo far sì che i nostri cuori siano legati agli ‘Ulama (sapienti) e dovremmo incontrarli e portare con noi i nostri bambini, prima che [gli ‘Ulama] muoiano.

Fate sì che i vostri bambini siano tullab (richiedenti di scienza) e portateli nel masjid e teneteli lontani da cattive compagnie. Quando vanno al masjid, dite loro di portare sempre i loro quaderni anche se non ci sono lezioni, nel caso sentano qualcosa di benefico [di cui prendere nota]. Non dovete lasciarli soli per le strade o nelle scuole, piuttosto date loro la Tarbiyyah della Sunnah e lo stare lontano dalla Bidah. Non teneteli sempre in casa.

Dovremmo dire ai nostri bambini di leggere le biografie dei Salaf e poi scriverne un riassunto e chiedere il perché hanno scritto quei punti in particolare. Più leggeranno questi libri e più saranno incoraggiati da loro e i Salaf diventeranno i loro modelli da seguire. Inoltre chiedete ai bambini i nomi degli imam dei Salaf.

Insegnate loro anche gli sport, Rasulullah (sallaAllahu ‘alayhi wa sallam) disse: “Insegnate ai vostri bambini il nuoto, il tiro con l’arco e l’equitazione.” Essi ottengono tanti benefici dallo sport, incluso il benessere fisico, l’apprendimento del lavoro di squadra e la sportività.

    • Abu Bakr Sijitani ha compilato il suo primo libro all’età di 11 anni, sulla biografia di un grande imam e suo padre ne fu molto felice.
    • Imam Ahmed lesse il suo musnad, una collezione di 40,000 ahadith, ai suoi figli per 12 anni.
    • Imam al-Bukhari iniziò a compilare il suo Sahih all’età di 16 anni e terminò all’età di 32.

15 anni – i 7 anni finali – gli anni dei consigli

Una volta che i vostri figli hanno raggiunto i 14 anni, dovrebbero essere pronti per mukallaf (adulti dal punto di vista islamico e responsabili delle loro azioni) — questo succede di solito quando arriva la pubertà, o più tardi verso i 15 anni.

A questa eta è molto probabile che voi siate fuori dal quadro. I bambini raggiungono la loro indipendenza; si manifesta la loro personalità; osservano di più i loro coetanei che i propri genitori e famiglia. Durante questi anni critici, siate loro amici, consigliateli, e fate ciò che potete; sappiate che adesso sono adulti e le scelte sono le loro, giuste o sbagliate.

Se avete lavorato duro durante gli ultimi due periodi dei 7 anni, sarete già un loro confidente, un consigliere, la persona dalla quale andare quando hanno bisogno di aiuto o di un consiglio. Siate parte delle loro vite; consigliateli come meglio potete.

Alcuni punti citati da Abu Khadijah Abdul-Wahid:

    • Insegnate al vostro bambino a non parlare se non ne ha il permesso.
    • Insegnate al vostro bambino a non essere di disturbo attorno a voi.
    • Insegnate al vostro bambino che durante un rimprovero non deve guardarvi negli occhi, piuttosto deve avere lo sguardo abbassato.
    • Un bambino dovrebbe sedersi con i suoi genitori così come uno studente siede con uno Shaikh. Ad esempio non alzando i piedi di fronte ad uno Shaikh.
    • Il padre deve insegnare ai suoi figli a servire gli ospiti.
    • Insegnate a vostro figlio a chiedere il permesso per lasciare la stanza. Anche quando siete fuori casa, insegnate a vostro figlio a farvi passare attraverso una porta per primi.
    • Insegnate ai vostri bambini a rispettare la vostra famiglia e i vostri amici.
    • Alcuni genitori dicono ai loro figli di non essere chiamati mamma o papà ma di usare i loro nomi, questo è sbagliato.
    • Alcune volte i bambini di 8 anni urlano a casa come se fossero molto piccoli. Questo non è corretto.
    • Fate sì che i vostri bambini vi siano vicini, non lontani e ponete in loro un desiderio per il ‘ilm (conoscenza).

Audio completo in inglese

Traduzione a cura di www.alghurabaa-magazine.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *