O l’islam o ti perdi: il mio percorso

Sono una ragazza di 21 anni italo-tunisina (madre italiana e padre tunisino).

Sono nata musulmana el-hamdoulillah anche se da piccola mia madre ha tentato di darmi un educazione cattolica, finché Allah ha deciso che sarei stata Musulmana.

Perché Allah subhana wa ta’ala ad un certo punto mi ha proprio tirata via da tutto quello che mi aveva insegnato mia madre ed è stato evidente che tutto quello che lei aveva fatto per farmi diventare cristiana non sia servito davvero a nulla! 

SoubhanAllah… Nel mio cuore c’era l’Islam, la Religione di mio padre anche se lui lavorava e non era presente nella mia vita tanto quanto mia madre.

Ancora oggi ringrazio Allah per avermi guidata verso l’Islam dalla mia più giovane età.

A volte il percorso non è facile, ci sono situazioni che ci fanno crescere molto prima degli altri ed è ciò che è successo a me:  la situazione che vivevo mi ha messa davanti ad una scelta all’età di soli 12 anni…

Mi ricordo che un giorno mi sentivo sconfitta e volevo rovinare tutto il resto della mia vita (forse era l’adolescenza XD), ero a casa da sola seduta a terra che riflettevo e all’improvviso nella mia testa si posero dinanzi a me due scelte:

“O l’islam o ti perdi!”.

Non pensai: “O ti salvi o ti perdi?”

No, dissi proprio “L’Islam” come se sapessi che l’unica cosa che mi avrebbe salvata dal rovinarmi sarebbe stato l’Islam!

Allora mi alzai da terra e il mio percorso cominciò!

Quando la tua fede aumenta anche le tue prove aumentano, ma Allah ‘azza wa jel ti dà la forza di sopportare tutto!

Adesso quando guardo il mio percorso sono contenta è dico sempre el-HamduliLlah perché ho una bellissima religione che mi ha insegnato tanto. E tante cose le ho imparate vivendo, facendo errori e cercando la verità e ogni volta Allah mi inviava un segno che mi dava la risposta a ogni quesito e la pazienza di sopportare tutto.

La da’wa è importante ed è importante il modo di porsi e di dire le cose.

A volte mi è capitato di incontrare persone che mi raccontavano la loro storia, una storia che mi colpiva molto. Loro non lo sapevano ma ogni parola che usciva dalle loro bocche erano come coltelli che entravano nel mio cuore e prendevo tutto come una lezione perché capitavano proprio al momento giusto! Così ascoltavo ed imparavo.

Quindi vorrei dire hai Musulmani che conoscono un minimo la loro religione di non essere duri ed egoisti. Avete la verità quindi mostratela! E mostratela con le prove, non con ignoranza, perché così facendo le persone scappano.

El-hamdulillah ‘ala kulli hal ringrazio Allah ‘azza wa jal per il fatto che sono Musulmana, ho trovato la mia strada solamente grazie a Allah e sono fiera della mia Religione.

Pur vivendo isolata e non all’interno di una comunità islamica, sono sempre stata molto interessata a conoscere la mia religione e studiarla.

Ed è proprio studiando che ala fine con l’aiuto di Allah sono approdata al Minhaj Salafi che prima rinnegavo, ritenendo erroneamente che fosse una setta come il Sufismo.

Non volevo sentir parlare di Salafiyya, ma non sapevo cosa fosse!

Poi ho capito che la Salafiyyah non è altro che la sunna stessa con la giusta comprensione, quella che il profeta stesso Salla Allah عalayhi wa Salem ha trasmesso ai suoi compagni e ai salaf.

E chi rinnegherebbe mai la metodologia che ci ha insegnato il profeta stesso Salla Allah عalayhi wa Salem dopo aver capito che è la verità? 

Per concludere posso dire solo una cosa: non c’è più grande soddisfazione che avere l’Islam come Religione!!

Che Allah faciliti Tutti i Musulmani che seguono la Sunnah del nostro amato Profeta Muhammed Salla Allah عalayhi wa Salem!

Ûmm Othmen
www.alghurabaa-magazine.com

2 pensieri riguardo “O l’islam o ti perdi: il mio percorso

  • 8 gennaio 2017 in 23:21
    Permalink

    ameen, che Allaah subhaana wa ta ala ci tenga sulla retta via ameen! grazie di aver condiviso

    Risposta
  • 12 gennaio 2017 in 17:45
    Permalink

    Carissima sorella umm Othmen,
    che Allah ti benedica, le tue parole mi commuovono molto, quando dici delle prove che Allah ta’ala ci fa sperimentare quando cresce la nostra fede, al hamdulillah, e quando parli dei segni che ti sono arrivati quando hai cercato di capire, di trovare la verità. Subhanallah, anch’io vivo sempre all’erta per cercare di cogliere questi Segni del nostro Signore Altissimo, e più di una volta ho sentito che Lui mi stava guidando e sostenendo quando ero in difficoltà. Ho sete di questi segni, perché mi rendo conto che non è facile vivere la libertà di scelta che Lui stesso ci ha dato, e spesso mi sento nel pericolo di cadere in errore, astaghfirullah.
    Jazaki Llahu khair ancora,
    umm Hamid

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *