Due amiche in viaggio, verso l’Islam

Erano gli anni ’70 e i nostri papà condividevano la stessa passione per il calcio lì, nei vari campi di Napoli. Una passione che hanno coltivato per tanti anni, foto scattate durante gli allenamenti e ricordi che si sono portati dietro fino ad oggi.

Un’amicizia che è durata tantissimi anni, che continua, dopo il matrimonio e la nascita dei loro bambini. Le nostre famiglie si sono frequentate per tanti anni e continuano ad incontrarsi, non come prima ma ogni tanto una ‘tazzulella di caffè’ ci scappa.

Era un’estate, avevamo circa 11 anni quando i nostri genitori decisero di incontrarsi in Calabria. Nel periodo della stagione estiva, molti napoletani si spostano lì per trascorrere le vacanze. Ed ecco che i miei genitori mi presentano A.
Mi porta in giro e mi fa vedere i dintorni della loro ‘casa al mare’ ma shaa Allah. Allah solo sa cosa sia successo ma da allora io e lei non ci siamo mai più perse di vista, subhanallah.

Gli anni passavano, crescevamo ed ogni tanto ci incontravamo. Ed era come se non ci fossimo mai allontanate, anche se ci incontravamo dopo mesi era come se l’ultima volta che ci eravamo viste fosse stato il giorno prima.

La nostra passione erano i viaggi e allora vai con il nostro primo viaggio in Germania. Proprio come i nostri papà, condividevamo una passione e i ricordi cominciavano ad accumularsi anche per noi. Le risate sull’aereo, le avventure col cibo tedesco, in particolare una patata cucinata in un certo modo… Che ancora ricordiamo e che non riuscimmo a buttare giù!

I ricordi continuavano, messaggi sui primi cellulari e accenni ad eventuali viaggi. Poi una sera, mentre ero sul divano a guardare la TV, scocciata del mio lavoro da 300 euro al mese, e della realtà di Napoli, mi arriva un messaggio di A. che mi chiede: “stavo pensando di andare a Londra per imparare l’inglese e lavorare, che ne pensi? Verresti anche tu?” E la mia risposta, “ok, andiamo!”.

Lasciammo tutto e partimmo.

E i ricordi cominciarono ad accumularsi sempre di più! Ricordi che ci portiamo ancora nel cuore ma che poi hanno preso una strada diversa perché dopo un mese dal nostro arrivo a Londra, cominciai a frequentare una donna italiana ritornata all’Islam. E da lì iniziai ad aprire il mio primo Corano in italiano.

Molti potrebbero pensare che poi sia stata io a ‘presentare’ l’Islam ad A. e invece no, Allah ha guidato anche lei attraverso un’altra donna, anche lei italiana e ritornata all’Islam che viveva al polo opposto di Londra, subhanallah, Allah guida chi vuole!

Dopo qualche mese dò la mia shahada, A. mi seguirà dopo un po’. Ricordo quando mi telefonò una sera, non per propormi un viaggio ma per dirmi che aveva appena dato la shahada…. Una valle di lacrime! Tanto che mio marito (eh sì, mi ero anche sposata alhamdulillah) credeva che avessi ricevuto qualche brutta notizia dall’Italia, astaghfirullah.

E indovinate un po’, gli uomini della nostra vita sembra che vogliano tutti essere ‘amici’… I nostri mariti sono buoni amici e anche loro coltivano una stessa passione… Ma questa è un’altra storia.

Gli anni a Londra sono passati, siamo rimaste in contatto, ci siamo viste in tante occasioni, siamo diventate mamme e …Siamo partite! Si, di nuovo! Chi prima, chi dopo, non per turismo, non per divertimento, adesso ci troviamo nella stessa dar al-Islam, alhamdulillah!

Um Muhammad Al-Mahdi
www.alghurabaa-magazine.com

4 pensieri riguardo “Due amiche in viaggio, verso l’Islam

  • 6 gennaio 2017 in 17:44
    Permalink

    Al hamdulillah, che Allah Ar-Rahman e Ar-Rahim, guidi altre di queste sorelle, amiche del cuore, che hanno accompagnato e accompagnano ancora tante di noi in questa dunya, verso di Lui. Che queste amicizie profonde possano diventare una sorellanza nell’Islam. Oh Allah, ascolta i nostri du’a e perdonaci, Amin.

    Risposta
  • 6 gennaio 2017 in 20:56
    Permalink

    Assalamu alaikum carissima sorella,

    Amin!!!!

    Risposta
  • 8 gennaio 2017 in 23:04
    Permalink

    che bell’articolo alhamdulillaah, che Allaah guidi i nostri cari ameen

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *